La fratellanza nella tradizione biblica

Giovedì 23 marzo 2017, ore 18.00
La Fondazione Campostrini prosegue la riflessione sulla fratellanza nella tradizione biblica, organizzando due incontri, ad ingresso gratuito, condotti dal dott. Davide Assael, ricercatore presso la Fondazione Campostrini

Scienze delle religioni
LEGGI TUTTO

Convegno: Relatio Subsistens...

16 - 17 novembre 2016
Il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi di Verona e la Fondazione Centro Studi Campostrini organizzano un convegno per discutere se e come la nozione di relazione sviluppata nella ricerca ontologica, teologica e relativa alla soggettività, debba essere impiegata nell‟ambito ...

Filosofia della religione 
LEGGI TUTTO

Daniele Bertini - Tradizioni religiose e diversità


NOVITA' EDITORIALE

Sempre più spesso i sociologi della religione, i filosofi e i teologi definiscono la società occidentale odierna come post-secolare: sebbene nessuna religione abbia più il monopolio istituzionale della fede, l’esperienza religiosa non risulta indebolita, ma esposta alla sfida di una pluralità di posizioni doxastiche. La principale conseguenza di questo fenomeno sembra essere l’oscillazione dell’esperienza del credente fra una radicalizzazione integralista o fondamentalista delle opzioni tradizionali, e una grande libertà individuale nell’adesione all’una o all’altra tradizione... 

Filosofia della religione 
LEGGI TUTTO

La fratellanza nella tradizione biblica. Caino e Abele


di Davide Assael

USCITA: FEBBRAIO 2017

Seconda tappa di un progetto dedicato allo studio delle coppie di fratelli del racconto biblico, il libro su Caino e Abele si propone di indagare l’ideale della fratellanza nella tradizione biblica.
L’autore si confronta con le principali interpretazioni della prima coppia di fratelli: ebraiche, con la loro natura letteraria, cristiane, spesso caratterizzate dall’interazione con la filosofia, e del pensiero laico moderno, più volte tornato a riflettere su questa relazione primigenia.
A diverse interpretazioni corrispondono diversi modelli di fratellanza, attraverso i quali l’autore tenta di rispondere agli interrogativi espliciti fin dall’Introduzione: chi è mio fratello?



Scienze delle religioni
LEGGI TUTTO


Tra sogno e realtà. Ebrei tedeschi in Palestina (1920-1948) 


di Claudia Sonino

Recensioni di Scienze delle religioni 


Le terra d’Israele ha rappresentato un riferimento costante nella religione e nella cultura ebraica. Nella ricorrenza dell’uscita dell’Egitto e della liberazione dalla schiavitù faraonica ogni anno viene ripetuta la formula di speranza: l’anno prossimo a Gerusalemme. Questa speranza di carattere non solo religioso, diventa obiettivo politico e nazionale con la nascita del sionismo, negli ultimi decenni del secolo XIX e si rafforza nella visione del fondatore del sionismo moderno, il giornalista viennese Teodoro Herzl. Decisiva sarà la dichiarazione del governo britannico, attraverso il suo rappresentante Lord Balfour nel 1917 di prendere in considerazione la formazione di un focolare ebraico in Palestina. 
Diario Noachide. Un non-ebreo ai piedi del Sinai


di Raniero Fontana

Recensioni di Scienze delle religioni 


La ricerca di Raniero Fontana è icasticamente rappresentata dalla domanda “qual è il posto del non ebreo ai piedi  del Sinai?” che ispira il sottotitolo del volume. Una ricerca esistenziale e filosofica (ma l’Autore preferirebbe forse aggiungere teologica) condotta a partire dall’imperativo di “smettere di interpretare Israele” e di iniziare, invece, “ad ascoltarlo”. Imperativo etico, prima ancora che teoretico, poiché, come ricorda Fontana, la Chiesa post-conciliare è passata dall’interpretare Israele “con la categoria della sostituzione” all’interpretarlo con “la categoria del mistero”, reiterando così un atteggiamento che le impedirebbe di cogliere Israele nella sua concreta vitalità, all’infuori di ogni sistema teologico altro.