Editoria - Libri

Il Gallo di Asclepio

di Eugenio Coseriu

A cura di Cristian Bota e Massimo Schiavi
Prefazione di Tullio de Mauro

Linguista, filosofo, profondo conoscitore dei meccanismi e delle strutture delle lingue europee, Eugenio Coseriu (1921 - 2002) è uno dei grandi personaggi del XX secolo. Formatosi in Italia durante gli anni quaranta nella cerchia di studiosi quali Antonio Banfi e Antonino Magliaro, Coseriu è il promotore di una prospettiva integrale nello studio del linguaggio. Questo volume raccoglie dieci tra i più importanti scritti del linguista romeno. Per la maggior parte inediti in Italia, questi testi offrono un’immagine sintetica della ricerca linguistica di Coseriu e del suo fondamento filosofico.
Tra i temi trattati: la natura dinamica del linguaggio e delle lingue storiche, il linguaggio come base del pensiero e della scienza, l’”immagine del mondo” costruita attraverso il linguaggio e il rapporto tra linguaggio e tempo. Questo libro è uno strumento indispensabile per chi è interessato ad approfondire la questione del linguaggio in quanto attività creatrice replique breitling dell’uomo, inseparabile dalle lingue storiche e dalle loro differenze.

Autore
Eugenio Coseriu (Mihaileni 1921 - Tubinga 2002) è uno dei più importanti studiosi del linguaggio del novecento. Formatosi in Italia negli anni ’40 è stato a lungo professore di linguistica presso l’Università di Tubinga. Tra i suoi scritti, tradotti in tutto il mondo, ricordiamo: Sincronia, diacronia e storia; Teoria del linguaggio e linguistica generale; Linguistica del testo.

Prezzo di copertina 21,00 € - sconto del 20%

Codice ISBN: 9788889746035 | Pagine: 280 | Prezzo: 16,80 €
Torna all'elenco
Apri Scheda Editoriale