Focus Autore

Jean Rhys nasce in una ex colonia britannica nei Caraibi, il 24 agosto 1890 come Ella Gwendoline Rees da padre gallese e madre creola di origine scozzese. L’infanzia vissuta in Dominica influenzò la sua vita di donna e scrittrice...

Focus Autore
LEGGI TUTTO

La Collana

La casa editrice Fattore Umano Edizioni ha come obiettivo Lo studio e la valorizzazione del pensiero umanistico in tutte le sue manifestazioni, con particolare riferimento alla cultura psicoanalitica e filosofica. Di queste edizioni proponiamo la collana Forme del Filosofare ...

La Collana
LEGGI TUTTO

Film consigliati


Il labirinto del silenzio 
(Germania, 2016, Giulio Ricciarelli)
In Germania, negli anni successivi alla Seconda Guerra Mondiale, alcune istituzioni tedesche decidono di portare avanti una cospirazione per occultare i crimini di Auschwitz. Nel 1958, a Francoforte, il giovane Pubblico Ministero Johann Radmann s'imbatte in alcuni documenti che aiutano ad avviare il processo…
Rebellion
(Francia, 2011, Mathieu Kassovitz)
Il 22 aprile 1988 a Ouvéa, colonia francese della Nuova Caledonia, un gruppo di dissidenti attacca una caserma della polizia e prende in ostaggio alcuni poliziotti. Il governo francese invia allora un esercito di militari professionisti guidati dal capitano Philippe Legorjus...









 

Libri selezionati per te



 
Ci sono luoghi al mondo
Carlo Rovelli, Corriere della Sera, 2018, 285 p.

Una raccolta di articoli, una sorta di diario delle avventure intellettuali di un fisico teorico che crede nell’impegno civile e nella necessità di una seria divulgazione, e sogna un mondo in cui, più delle regole, conta la gentilezza.
La nostalgia ferita 
Eugenio Borgna, Einaudi, 2018, 114 p.

Ci sono nostalgie dolorose e scarnificanti, nostalgie che fanno vivere e nostalgie che fanno morire, nostalgie che si nutrono di gioia e di tristezza, nostalgie che non si cancellano nel corso del tempo e nostalgie labili ed effimere.
Conoscenza ignoranza mistero

Edgar Morin, Raffaello Cortina, 2018, 148 p.
Il grande filosofo Edgar Morin sfida la certezza di poter conoscere tutto di un'epoca segnata dal progresso scientifico. E ci ricorda come e renderci umani sono lo stupore, la sensazione dell'ignoto e la consapevolezza dei propri limiti.